Sogno di Maggio

Ho sognato che andavamo da qualche parte. Sì, hai capito bene, c’eri anche tu più bella del solito e ti sforzavi di sorridere alle mie parole mentre io cercavo di recitare quel mio ruolo rubato a qualcuno, quella mia parte d’attore che ti piaceva tanto. Beh, era Maggio pure nel sogno, Maggio come adesso, un maledetto mese, non sei d’accordo? La campagna in festa, il verde, il blu del cielo, la vita come una promessa e tutte quelle altre storie. Io però ridevo mentre reggevo il volante e dai due lati della strada assolata, un lungo serpente grigio, gli alberi ci correvano incontro nel vento. Poi ci siamo fermati da qualche parte e tu cercavi come al solito di leggere dentro i miei occhi, il tuo maledetto vizio di decifrare l’Enigma, quel tuo dannato vizio di voler penetrare dentro le cose. Dico, credevi forse di essere Miss Marple? Sfinge incomprensibile eri anche tu per me. 
Nel cielo abbagliante del sogno io guardavo un volo lento di uccelli neri.

Annunci

Autore:

Arcimboldi è mio amico, Arcimboldi è l'uomo solitario che passa

Un pensiero riguardo “Sogno di Maggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...