Parigi

Ogni tanto ripenso a Parigi e mi rivedo seduto al Pont Neuf. I barconi scivolano veloci sull’acqua ed io li guardo passare all’imbrunire. Guardo le due rive della Senna mentre cominciano ad accendersi le luci della sera. Mi viene da ridere per la gioia e piangere per la tristezza. Per me Parigi è così. Qualche nuvola in cielo accesa dall’ultimo sole. Due o tre uccelli in volo sulla Rive Gauche dove poco prima mi sono seduto in un caffè troppo elegante. Circondato da molte specchiere ho contato i soldi sotto lo sguardo sarcastico del cameriere. Sto ripensando a quel che ho visto durante il giorno. Andirivieni nel Quartiere Latino. Una fila paziente di gente in attesa di salire sulla Torre Eiffel. Victor Hugo. La gioia e la tristezza. Ora sono seduto al Pont Neuf e l’aria è sempre più fresca ed io guardo la Senna e mi batte forte il cuore.

Annunci

Autore:

Arcimboldi è mio amico, Arcimboldi è l'uomo solitario che passa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...